Il divano e l’abbraccio: i volontari del MoVI a Kiev all’azione nonviolenta

Scritto da MoVI.

Dal 9 al 12 luglio, il MoVI si è unito agli altri 150 volontari di MEAN per portare a Kiev un messaggio di speranza e contribuire ad un'azione nonviolenta di costruzione della pace.

Ecco  la testimonianza di Paolo

“si ma…”. In questi mesi di conflitto in Ucraina alzi la mano chi, anche con le migliori intenzioni, durante una discussione non ha sentito l’impulso di dire la sua, soprattutto di esprimere il disaccordo con questa o quella posizione ascoltata, sui protagonisti coinvolti direttamente o indirettamente nel conflitto? O di esprimere quel particolare ragionamento che sembrava mancare fino a quel momento.

IL PARLAMENTO CI RIPENSA SULLA MODIFICA DEL 5X1000: SODDISFATTI DI QUESTA SCELTA, IL MOVI RIBADISCE LA NECESSITÀ DI UN CAMBIO DI ROTTA CHE INCREMENTI IL SOSTEGNO AL VOLONTARIATO

Scritto da MoVI.

730In seguito alle proteste di numerose realtà impegnate in attività assistenziali e di volontariato, è fallita la proposta di Gianfranco Rufa, senatore della Lega, di estendere i fondi del 5x1000 al sostegno del personale in servizio delle Forze dell’ordine. Il MoVI esprime la propria soddisfazione riguardo alle modifiche proposte al ddl, che altrimenti avrebbe creato confusione e svuotato l’istituto del 5x1000 della sua funzione sociale: sostenere le realtà territoriali che ogni giorno si impegnano per la tutela e per lo sviluppo dei beni comuni e per la difesa dei diritti umani. «Comprendiamo l’importanza del lavoro delle forze dell’ordine sul territorio – afferma il Presidente del MoVI Gianluca Cantisani – ma ricordiamo che i fondi del 5x1000 hanno una finalità totalmente diversa, che non può e non deve essere stravolta. Ci auguriamo che le modifiche introdotte al ddl Rufa siano il primo passo di un percorso volto a condividere con le forze politiche una riflessione su come supportare le attività di volontariato incrementando il sostegno e alleggerendo gli adempimenti burocratici, in un momento già di per sé molto complicato come quello che stiamo vivendo. In particolare, è necessario sostenere le piccole realtà, disseminate in tutto il territorio nazionale, che svolgono una funzione preziosa e fondamentale per la tenuta del nostro sistema.»

CONFERENZA NAZIONALE 2022 - Intervista a Marianella Sclavi

Scritto da MoVI.

MarianellaIl volontariato è la voce del popolo
 
A pochi giorni della conferenza nazionale di Frascati abbiamo discusso con Marianella Sclavi (fondatrice di Ascolto Attivo e del MEAN – Movimento Europeo di Azione Nonviolenta) sul concetto di nonviolenza e sulle iniziative che il volontariato può mettere in campo oggi per far fronte ai conflitti internazionali che, con la guerra in Ucraina, stanno riemergendo in tutta la loro evidenza.

CONFERENZA NAZIONALE 2022 - LEGAMI CHE FANNO BENE 3-5 giugno

Scritto da MoVI.

Percepiamo tutti sempre più che l’umanità non avrà futuro se continuerà a prevalere l’egoismo e la logica dell’ “io”.
Le grandi sfide che ci stanno davanti - costruire la pace, frenare il cambiamento climatico, ridurre le disuguaglianze, assicurare libertà e diritti per ogni donna e ogni uomo - sono tutte collegate tra loro. Per questo anche le persone devono collegarsi, creare legami di fraternità, costruire una cultura del “noi”.

Dobbiamo riconoscerci tutti responsabili di tutti

Sentiamo che le esperienze di volontariato possono essere spazio generativo perché tante persone possano sperimentare l’impegno per un mondo nuovo, dal livello micro dei nostri territori, fino al livello globale delle grandi problematiche
pianetarie.

Per questo, come MoVI, rilanciamo l’idea di costruire una casa comune del volontariato italiano, in cui condividere le esperienze di innovazione, di fraternità, di cura delle persone e dell’ambiente che realizziamo nei nostri gruppi e così dare al nostro impegno un più grande valore politico.

Ci ritroveremo a Frascati dal 3 al 5 giugno 2022, nella Conferenza nazionale per discutere, confrontarci, sognare e costruire insieme

Alla conferenza sono invitate tutte le reti esistenti già parte del MoVI, le reti in cammino e i gruppi di volontariato che sentono il desiderio di collegarsi e fare strada insieme.

 ISCRIZIONI: compilando il modulo raggiungibile quì