COMUNICATO STAMPA 28/11/2016 AUTOCONVOCAZIONE DEL VOLONTARIATO: INSIEME SI PUO’!

Nella giornata del 26 novembre 2016 si è svolta a Roma l’incontro di progettazione dell’Autoconvocazione del Volontariato, promosso dal Mo.V.I ( Movimento di Volontariato Italiano), presso la sede del Centro servizi per il Volontariato CESV-SPES del Lazio.

Hanno partecipato all’incontro i rappresentanti delle associazioni di volontariato AiBi, Acsema, Amso, Antea, Arap,  Professione in Famiglia, Primavera ’86, Roma da leggere, SoS Razzismo, Rete Emergenze,  Tamburi di Pace, Televita.A facilitare  la riunione, Gianluca Cantisani, presidente nazionale del Movi ed Anna Ventrella neo presidente regionale.

Si è partiti da una valutazione dei cambiamenti che la recente riforma del Terzo Settore – legge 106/2016 del 6 Giugno 2016 – apporta al volontariato dando voce alle realtà del territorio.

 “E’ necessario – è stato ribadito a più voci - informare perché senza informazioni le realtà di base non possono far sentire  la propria voce; non è più il tempo della delega ma è necessario che il volontariato riprenda il proprio potere di rappresentare le istanze dei più deboli”.

L’Autoconvocazione, in un momento di crisi delle rappresentanza nel mondo del volontariato , può avere un ruolo di rinnovamento dal basso di quei legami tra le realtà associative necessari per ricostruire un welfare basato sulla cittadinanza attiva e sulla partecipazione di tutti i cittadini. Esattamente il contrario del modello basato su una presunta partecipazione disinteressata del mondo imprenditoriale che non ha né la cultura né le deleghe democratiche per gestire il sociale.

L’incontro si è così trasformato in un dibattito politico intenso sul futuro del sociale a partire dalle testimonianze delle associazioni presenti che hanno deciso di trasformare l’incontro in un percorso che porti ad una Autoconvocazione del Volontariato nei modi e nelle forme che saranno decisi insieme.
INSIEME SI PUO’ sarà anche lo slogan del percorso aperto a tutte le realtà regionali.

Roma, 28 Novembre 2016

COMUNICATO STAMPA - ANNA VENTRELLA NUOVA PRESIDENTE DEL MOVI LAZIO

Anna Ventrella, presidente del Movimento di volontariato italiano, federazione Lazio, guiderà per i prossimi 3 anni il MoVI Lazio. E’ stata eletta, infatti, dall’Assemblea del 26 novembre, con il voto unanime dei presenti e resterà in carica per i prossimi tre anni.

Per Anna Ventrella si tratta di un impegno importante di fronte alla frammentazione della rappresentanza del volontariato e di generale confusione, in particolare alle grandi sfide che attendono il mondo del volontariato, soprattutto quello laziale, a seguito anche della recente legge di riforma del Terzo settore.

Anna Ventrella, romana di nascita, è da sempre impegnata nel sociale, su tematiche quali la rappresentanza, l’integrazione, l’accessibilità, i minori, la violenza alle donne, incontri di sensibilizzazione nelle scuole sui valori del volontariato; abbandono scolastico; anziani; beni comuni; ambiente; rifiuti zero.

E’ vice presidente e revisore dei conti SPI-CGIL 8 e 9 lega COL (Centro Ovest Litoranea) di Roma; Vice presidente di Terzo settore Confassociazioni. Ha dedicato particolare attenzione alla comunicazione sociale, attraverso la pubblicazione di testi, articoli di stampa, interviste audio e video. Attualmente fa parte della redazione del GRS per la sezione diritti, nonché redattore centrale della rivista dell’associazione MoVIduepuntozero, referente Movi Lazio per il sociale della testata online Romad@leggere. Ideatrice della serie di incontri su tematiche sociali “I pomeriggi del caffè”. E’ componente del direttivo del Comitato di quartiere Monteverde nuovo, nonchè componente di Zerowaste Lazio.

Già funzionaria del CNEL fino a dicembre 2011, Anna Ventrella è stata segretaria generale MoVI Lazio dal novembre 2012 ad oggi, componente dell’osservatorio Rifiuti Zero del XII municipio e della Consulta femminile del Municipio XI di Roma Capitale.

“Ringrazio Gianluca Cantisani – presidente uscente - per la fiducia accordatami, e tutti i presenti, – ha dichiarato la Presidente Ventrella - che hanno espresso la loro fiducia, votandomi. A tutti voi chiedo di starmi vicino con il sostegno, le proposte e i consigli che non vorrete farmi mancare, pur essendo già in grado di individuare alcune priorità, emerse nel dibattito, quali la comunicazione e diffusione di tutte le notizie del nostro mondo, per una tempestiva e maggiore condivisione”. Ma la neo eletta presidente non può fare a meno di rivolgere il proprio pensiero di piena solidarietà alle centinaia di persone che stanno manifestando, poco lontano, contro la violenza alle donne.  

Il nuovo Consiglio Direttivo MoVI Lazio, per il prossimo triennio 2016-2019, risulta essere così composto: Anna Ventrella – Presidente ; Gianluca Cantisani – Vice Presidente; Angelo Fanelli – Consigliere; Clelia Izzi, Consigliera; Domenico Polimeni – Consigliere; Gianluca Vicinanza – Consigliere; Andrea Zerbini, Consigliere.

“Ora più che mai bisogna lavorare insieme – ha concluso   Anna Ventrella”, privilegiando il lavoro di squadra nelle politiche sociali, vecchie e nuove, su tutto il territorio laziale, nell’intento di fornire, con la nostra attività e presenza nuove proposte, quale contributo per la crescita e il rafforzamento di un di volontariato che non sia più solo o disaggregato, ma si concretizzi in azioni reali perché “insieme si può”, in collaborazione con le associazioni di categoria, le istituzioni regionali e gli enti locali”.

Roma, 27 novembre 2016
 
Foto a cura di Nicole Sermoneta


Nuovo appuntamento con i “Pomeriggi del caffè”: deliziosi incontri in cui discutere di importanti tematiche sociali

Venerdì 21 ottobre 2016 alle ore 17.00 presso la sede del Mo.V.I. Lazio, in via del Casaletto 400, si terrà il consueto incontro con i “Pomeriggi del caffè” dedicato alle invalidità civili ed ai problemi burocratici ad esse connessi.

In tale occasione si intende dare voce alla neo nata ‘associazione’ Invalidità Civile Roma, che desidera fornire un servizio di consulenza gratuita proprio per assistere quei cittadini che, avendone i requisiti, vogliono richiedere l’invalidità civile, ma non sanno come fare e che, troppo spesso, rimangono in balia dell’indifferenza di altre strutture preposte a farlo. L’obiettivo non è solo di accompagnarli durante il processo burocratico, bensì difendere i loro diritti, assisterli a 360° attraverso un team di professionisti. A raccontarci questa realtà saranno la responsabile Maria Luigia Zerbini e Andrea Zerbini.

Sono invitate a partecipare associazioni, istituzioni e organi di stampa. L’evento è aperto a tutti i cittadini